Emozioni in gioco…la settima integrativa delle classi terze

La Settimana Integrativa si è conclusa con soddisfazione di tutti, alunni in primis, docenti ed esperti esterni e tutti quelli che, a vario titolo, hanno contribuito a renderla possibile. La redazione di “Bloggando” resta aperta e pubblicherà i ringraziamenti di rito, ma vogliamo prima proporvi il resoconto che è stato letto dai ragazzi di terza lo scorso sabato 12 marzo, ultimo giorno della Settimana Integrativa, sul particolare percorso seguito e incentrato sulle emozioni. Ringraziamo la prof.ssa Elisa Grilli per avercelo fornito. 
[la Redazione di Bloggando]

 

Nora: Le emozioni sono “ciò che si muove dentro”, ma anche “ciò che ci muove a…”, ciò che ci dà la motivazione per agire, incontrare e sperimentare, per apprendere ed… essere. È proprio in relazione a questa consapevolezza che nasce la necessità di una educazione emotiva.

Andy: Conoscere e sapere gestire le emozioni non significa imparare, per esempio, a non arrabbiarsi. Significa permettere alla nostra emozione di liberarsi senza che ne siamo sopraffatti. Significa riconoscere e chiamare per nome le emozioni.

Loredana: Vuol dire comprendere il nostro spazio interiore e quello degli altri per valorizzare al meglio il vissuto nostro e di chi ci sta accanto, ci ricorda che esprimersi liberamente e comunicare emozioni sono forme di condivisione autentica, nel rispetto di sé e dell’altro.

Elvis: L’emozione è alla base della relazione; la relazione è alla base della vita stessa. Lo sperimentiamo tutti i giorni e, in questa settimana, abbiamo avuto l’occasione di farlo più intensamente.

Aurora: Nel percorso di teatro abbiamo giocato col corpo, la voce e la mente; abbiamo esplorato l’importanza dell’ascolto, la fiducia, la concentrazione, mettendole in pratica nei giochi di squadra, nell’improvvisazione teatrale.

Nora: Studiare e plasmare un volto, che è la sede principale di un’emozione espressa, ci ha coinvolti nel percorso di arte, mentre in quello di “Ottica e emozioni” abbiamo sperimentato come mente ed emozioni siano strettamente in connessione, così come lo sono la scienza e l’arte. C’è stata poi occasione per riflettere sul concetto di immagine, su come la mente la elabora e sulla relazione che c’è tra quel che vediamo e ciò che sentiamo, tra ciò che percepiamo e quel che riteniamo reale.

Andy: “Quel fantastico peggior anno della mia vita”, il film visto nel percorso di cineforum, ci ha fatto commuovere, sì, ma ci ha anche mostrato l’importanza di non aver paura di vivere le emozioni, belle o brutte che siano.

Loredana: Nel percorso di educazione all’affettività abbiamo condiviso il rispetto delle differenze di genere e della diversità, puntando l’attenzione sull’importanza del proprio corpo favorendo maggiore consapevolezza sullo sviluppo sessuale ed affettivo che caratterizzano la nostra fase adolescenziale.

Elvis: Il percorso dello yoga della risata ci ha permesso, attraverso esercizi di respirazione profonda, rilassante, e naturalmente tante risate a crepapelle…, di sentirci liberi dalle nostre consuete inibizioni di adolescenti, spesso troppo attenti o condizionati dal giudizio altrui. E’ stato bello scaricarsi e rigenerarsi, per accrescere l’autostima e il pensiero positivo, senza avere “vergogna” di noi stessi o di come possiamo apparire agli altri per quel siamo.  

Aurora: Questa settimana ci ha insegnato a gestire le nostre emozioni, ad aprirci con gli altri, a vedere la vita da un altro punto di vista, ci ha insegnato a metterci in gioco. La settimana per noi è stata innovativa, grazie ai nuovi laboratori che ci hanno offerto nuove esperienze.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...