ISTITUTO COMPRENSIVO PETRITOLI

ESAMI DI STATO

a.s. 2016/2017

Un arcobaleno  di tematiche,

scelte spontanee di preadolescenti in evoluzione,

specchi dei sogni,  passioni e paure

noccioli di questioni che si perpetuano nel  tempo e nello spazio.

I colori di questo arcobaleno rendono viva la tavolozza del Primo Esame della  vita  dei nostri alunni che segna la conclusione  di un percorso è l’inizio di una nuova avventura.

E’ un piacere condividere con la nostra piccola-grande comunità il frutto del loro impegno.

Francesca Amurri

Made with Padlet

 

Annunci

RAI CULTURA racconta il coding e noi con le Classi Prime, ci troviamo ad Urbino per la Cody Trip di giovedì 30 marzo…….sorpresa: c’è anche Rai Scuola per documentare l’ultima puntata del programma

urbino 30 marzo 2017

Per i docenti di ogni ordine e grado, dall’infanzia alla Scuola Secondaria di II Grado

QUESTO IL LINK PER POTER GUARDARE LE PUNTATE DEL PROGRAMMA , disponibili per sempre in differita:

http://www.raiscuola.rai.it/programma-coding/default.aspx

Bogliolo

Rai Cultura racconta il coding a scuola in 20 puntate condotte da Alessandro Bogliolo, coordinatore di Europe Code Week, campagna di alfabetizzazione promossa dalla Commissione Europea per la diffusione del pensiero computazionale. Insegnanti e alunni iniziano giocando insieme con noti strumenti di coding e finiscono per familiarizzare con i principali elementi della programmazione applicandoli in classe durante le normali attività didattiche.

Ogni concetto è trattato in due puntate, una per insegnanti, che documenta la discussione e il lavoro preparatorio, ed una per ragazzi, che documenta le attività svolte in classe. Tutto questo su Rai Scuola dal 27 Febbraio alle ore 18.45.

Il programma tocca 10 temi, ciascuno dei quali viene affrontato a scuola in 4 fasi:

  • sessione di brain storming in cui il tema è presentato a tutti gli insegnanti coinvolti e discusso per cercare esempi pertinenti;
  • tavoli di lavoro paralleli focalizzati su ogni ordine e grado scolastico per decidere l’attività a tema da proporre in classe;
  • preparazione dell’attività concordata per ogni classe;
  • svolgimento dell’attività in aula.

 

Tutte le attività riguardanti uno stesso tema sono documentate in due puntate, una destinata agli insegnanti e una ai ragazzi. Ogni puntata dura circa un quarto d’ora. Il tema viene brevemente introdotto in pre-sigla e riassunto in chiusura.

Le puntate per insegnanti sono suddivise in quattro parti:

  1. brain storming collettivo
  2. focus sulla primaria, tavolo di lavoro e preparazione attività
  3. focus sulla secondaria di I grado, tavolo di lavoro e preparazione attività
  4. focus sulla secondaria di II grado, tavolo di lavoro e preparazione attività

 

Le puntate per ragazzi sono suddivise in tre parti:

  1. attività nella primaria
  2. attività nella secondaria di I grado
  3. attività nella secondaria di II grado

Sarà una gita coinvolgente, ci stiamo armando per partire ,

vi racconteremo poi come è andata.

Francesca Amurri (doc . Tecnologia)

 

 

 

 

 

BISOGNO DI RACCONTARE CIO’ CHE PENSIAMO E CIO’ CHE STUDIAMO

my-mind-brain-prezi-template

elaborare idee – contenuti – progetti e rappresentarli per condividere e confrontarsi

Hai necessità di creare una presentazione per lavoro o per studio? Non sai quale strumento usare? Hai bisogno di creare delle presentazioni “di accompagnamento” alle tue lezioni frontali?  La soluzione al tuo problema c’è!

USA PREZI

Software che offre un modo nuovo di creare le proprie presentazioni, basato su flash, permette di inserire le proprie diapositive su una grande scrivania personalizzabile e dare sfogo alla propria fantasia, evitando così le noiose presentazioni sequenziali a cui siamo stati abituati fino ad ora.

  1. Il grande vantaggio di Prezi è la sua funzione di ZOOM. Questo permette di creare delle presentazioni davvero accattivanti. Basta per esempio cliccare lo schermo per ridurre la presentazione ad una visione d’insieme e zoommare la zona che più ci interessa senza necessariamente scorrere in sequenza.
  2. Non è lineare e permette al presentatore di scegliere il percorso che più gli piace e che più si adatta a quel momento dando l’impressione di avere una presentazione più fluida.
  3. È stata creata per il web, quindi si possono condividere le presentazioni online con più utenti per collaborare ( cooperative Learning) e modificare il progetto o anche solo per far visualizzare la propria presentazione ad una persona scelta da te.
  4. La versione online è gratuita con l’utilizzo del logo Prezi sulle proprie presentazioni.
  5. È possibile anche  esportare un video di dimensioni accettabili.

 

Nel nostro Istituto lo abbiamo sperimentato

e continuiamo a farlo

Questo tool, pur non nascendo con precisi scopi didattici, nell’ education trova di certo una delle applicazioni più congeniali. (https://insegnantiduepuntozero.wordpress.com/2013/10/26/prezi-presentazioni-efficaci-anche-a-scuola/)

Condividiamo i Prezi svolti  dalla Classi Terze, Secondaria di Primo Grado, a.s. 2015/2016  per raccontare le proprie argomentazioni al loro Esame di Stato.

L’attività didattica  è stata svolta durante l’ultimo mese di scuola nelle ore disciplinari di Tecnologia

UDA dedicata alla 4° competenza chiave europea: la competenza Digitale.

Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006

La competenza digitale è la quarta delle competenze chiave per l’apprendimento permanente; consiste […]“nel saper utilizzare, con dimestichezza e spirito critico, le tecnologie della società dell’informazione (TSI) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa è supportata dalle abilità di base nelle TIC (Tecnologie di Informazione e di Comunicazione): l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet.”.

L’obiettivo : conoscenza ed uso di software per comunicare conoscenze, idee, progetti.

Le metodologie didattiche coinvolte: Classe capovolta (flipped classroom), Apprendimento cooperativo ( Cooperative Learning), peer-to-peer.

Come è stata svolta l’attività:

  1.  A casa : viene condiviso nella bacheca di classe in Edmodo un video tutorial sul software da utilizzare, i ragazzi sono invitati a prenderne visione in autonomia secondo modalità e tempi  personali.
  2. In classe : brainstorming sulle difficolta incontrate, i dubbi ancora in essere, risoluzione dei problemi. ( strumenti utilizzati : LIM-rete internet-dispositivi mobili personali). Inizio uso software : iscrizione sulla piattaforma, creazione nuovo prezi, presa visione modelli, sperimentazione funzionalità.
  3. A casa :  gli alunni vengono invitati a scegliere il tema argomentativo di proprio interesse, pensare alle interconnessioni disciplinari, preparare una mappa generale su formato cartaceo, storyboard da seguire, ricercare   contenuti ed elementi multimediali da associare chiedendo anche supporto agli insegnati delle varie discipline.
  4. I ragazzi hanno  lavorato in classe con dispositivi personali  ( BYOD -Bring Your Own Device) ed  a casa hanno potuto usufruire di ulteriore supporto ed aiuto da parte dell’insegnante in quanto il software permette la cooperazione/collaborazione di più utenti per lo stesso progetto. I lavori venivano man mano condivisi nella bacheca della propria classe virtuale in Edmodo o inviati direttamente all’insegnante tramite mail, pertanto l’insegnante ha potuto revisionare, correggere, dare consigli  sui lavori in corso d’opera, a distanza,  permettendo agli alunni di proseguire in autonomia nel proprio lavoro senza dover attendere l’incontro in presenza nella lezione successiva, velocizzando così il lavoro e facilitando il raggiungimento dei tempi e degli obiettivi prefissati.

All’interno della propria presentazione i ragazzi hanno inserito molti elementi multimediali quali immagini, file audio, video e link di riferimento ad ulteriori presentazioni da loro realizzate con ulteriori software sperimentati (tipo Padlet – Powtoon)

I lavori  individuali dei ragazzi sono stati raccolti in un repository realizzato con Padlet, software on line, anch’esso di tipo gratuito.

Made with Padlet

Francesca Amurri  – Doc. Tecnologia